Come Ottenere il Visto per Lavoro in Giappone

Se avete in programma di recarvi o trasferire personale in Giappone per lavoro, occorre conoscere le normative relative al visto per lavoro in Giappone. I datori di lavoro svolgono un ruolo fondamentale durante questo processo e devono avere una buona conoscenza dei requisiti legali per ottenere un visto lavorativo in Giappone. Di seguito, esaminiamo la procedura per ottenere un visto di lavoro giapponese e altre informazioni importanti che occorre conoscere.

Informazioni Generali sul Visto per Lavoro in Giappone

Una differenza importante tra le norme sull’immigrazione in Giappone e quelle di molti altri paesi è che non vengono imposti limiti legali al numero di permessi di residenza o permessi di lavoro che possono essere rilasciati. Questo lascia la porta aperta a molte persone che vengono in Giappone per le promettenti opportunità di lavoro offerte.

Dal momento che il Giappone sta attualmente soffrendo una carenza di lavoratori dovuta all’invecchiamento della popolazione, molte aziende si rivolgono a lavoratori stranieri per soddisfare le loro esigenze commerciali. Questo impone al datore di lavoro di richiedere un visto di lavoro in Giappone.

Tipologie di Visti in Giappone

I permessi di lavoro in Giappone si dividono generalmente in due categorie principali

Visto Lavoro Giappone

Il visto di lavoro è il permesso più elementare del paese. È pensato per una varietà di professionisti, tra cui professori, artisti, intrattenitori, giornalisti, fornitori di servizi medici, fornitori di servizi legali e contabili, ricercatori e ingegneri. Il visto di lavoro di base per il Giappone va dai tre ai sessanta mesi.

Visto per Professionisti Altamente Qualificati

La seconda categoria principale dei visti lavorativi in Giappone è il visto riservato a professionisti altamente qualificati. Questo tipo di visto per lavoro si basa su un sistema a punti.

Questo tipo do permesso è limitato ad un piccolo sottoinsieme di stranieri che rappresentano i migliori talenti sul mercato. Le loro qualifiche sono determinate dalla loro ricerca accademica avanzata, specializzazione tecnica, o servizi di gestione aziendale prestati. Questo visto offre maggiori benefici al professionista che lo possiede, tra cui un permesso di soggiorno di cinque anni, un visto di lavoro anche per il coniuge, i figli, i genitori che si occupano dei nipoti e i collaboratori domestici.

Una volta che il professionista ha risieduto in Giappone per almeno tre anni, può fare richiesta per un livello successivo del proprio visto che consente all’immigrato un periodo di soggiorno a tempo indeterminato.

Come Ottenere un Visto Lavorativo Giapponese

Per ottenere un visto di lavoro in Giappone, un potenziale dipendente deve assicurarsi un impiego presso uno sponsor nel paese che gli faccia un’offerta di lavoro. Il richiedente o lo sponsor richiede all’Ufficio regionale per l’immigrazione un certificato di idoneità. La domanda deve essere compilata in ogni sua parte.

Inoltre, il richiedente o lo sponsor deve fornire la documentazione di supporto che dimostri che l’immigrato ha intenzione di entrare nel paese per scopi approvati e una lettera di garanzia.

Per ottenere un visto professionale altamente qualificato, il richiedente deve anche fornire un modulo di calcolo dei punti insieme alla domanda. Il lavoratore deve avere un punteggio minimo di 70 punti per essere considerato un lavoratore altamente qualificato.

Lo sponsor preparerà anche una serie di documenti per la domanda di visto, tra cui dettagli approfonditi sulla società, un itinerario in Giappone e una lettera d’invito. Questi documenti sono presentati all’ambasciata o al consolato locale, che decide se rilasciare o meno il visto.

Ingresso in Giappone

Una volta che un immigrato riceve il visto, deve entrare nel Paese entro tre mesi. Al momento dell’ingresso dovrà ottenere una carta di soggiorno. Ci sono solo alcuni luoghi in cui questi vengono elaborati, tra cui gli aeroporti all’interno o nelle vicinanze di:

  • Tokyo
  • Osaka
  • Sapporo
  • Nagoya
  • Hiroshima
  • Fukuoka

Una volta entrati in Giappone, è necessario portare sempre con sé la carta di soggiorno. Se la polizia giapponese ferma l’immigrato e richiede la sua carta di soggiorno, è una violazione della legge non presentarla. È inoltre necessario aggiornare le informazioni se cambiano in qualsiasi momento. Per aggiornare le informazioni occorre recarsi all’ufficio comunale locale entro due settimane da qualsiasi cambiamento di indirizzo.

Come New Horizons Offre Assistenza

Per le aziende che desiderano espandersi in Giappone, il Paese offre molte opportunità. New Horizons può aiutarvi ad ottenere un visto di lavoro in Giappone per i vostri dipendenti stranieri. Possiamo anche fornirvi soluzioni innovative per l’impiego nel caso non vogliate stabilire un’entità in Giappone.

Attraverso i nostri servizi PEO in Giappone, possiamo assumere personale per vostro conto. Voi controllate le operazioni quotidiane del vostro personale mentre noi ci occupiamo di tutte le responsabilità amministrative. Se decidete che il mercato giapponese soddisfa i vostri obiettivi aziendali, possiamo assistervi per costituire un’azienda in Giappone.

Contatta i nostri esperti per avviare le tue operazioni in Giappone.

Richiedi un Preventivo

Related Posts